Recensione Fiutscher

News

«Voglio trasmettere il mio orgoglio professionale.» 

Lo scorso fine settimana, ha avuto luogo a Coira la fiera professionale "Fiutscher". Presente anche la più piccola delle sezione ASP, quella dei Grigioni. Un team guidato da Rico Caflisch, proprietario di Rico Caflisch Plattenbeläge di Trin, ha presentato le professioni al pubblico interessato.  

In intervista Rico Caflisch ci racconta qual è la sua motivazione per partecipare alla mostra professionale. 

image
La fiera professionale "Fiutscher"

La mostra professionale "Fiutscher" è finita, quali sono le tue conclusioni?  
Ne traggo una conclusione molto positiva: più volte studenti e genitori hanno visitato il nostro stand e si sono cimentati nella realizzazione di un loro motivo con delle piastrelle. I partecipanti potevano anche tagliare e incollare le piastrelle. Questo è importante, perché dà ai visitatori la possibilità di interagire in maniera naturale con la nostra materia. Ma ho notato anche che l’affluenza è stata minore rispetto a due anni fa. Da un lato, questo è certamente dovuto dalla pandemia, ma forse anche dalla meteo favorevole del fine settimana.  

La sezione grigionese è coinvolta da diversi anni. Qual è la vostra motivazione?  
Ho un grande orgoglio professionale che vorrei trasmettere. Sì, il nostro settore ha problemi con i giovani, e vorrei dare il mio contributo per risolverli. Voglio rendere la nostra professione appetibile ai giovani, mostrare la sua diversità e presentare anche le opportunità di carriera e di guadagno. Siamo circa cinque persone che organizzano la fiera. Purtroppo, sono sempre le stesse persone, e vorrei vedere più impegno nella professione da parte della regione.  

Quali sono le domande più frequenti che vi pongono durante una fiera?  
I giovani fanno spesso domande sulla durata dell'apprendistato e sui suoi contenuti, i genitori sono invece interessati soprattutto alle opportunità di formazione continua.  

In retrospettiva: vale la pena partecipare?  
Ne vale sicuramente la pena. Voglio sostenere i nostri giovani talenti e mostrare cosa comporta la nostra professione, che è versatile e individuale. Il modo migliore per farlo è parlare con loro di persona. Ecco perché ho un consiglio per tutti coloro che partecipano anche a una fiera: si è rilevato particolarmente vincente proporre ai giovani di creare qualcosa con le loro mani, mentre i genitori hanno così avuto il tempo per una chiacchierata.

haeuptli_marchesi.png philippin.png cristofoli.png sabag.png h-plaettlimaxx.png gehri-lugano.png